News

giu
23

Utilizzo delle Scale Portatili


linee guida per l’utilizzo di scale portatili nei cantieri temporanei e mobili Regione Lombardia del 05/03/2014

Documenti ed elementi informativi a corredo della scarpa
Secondo la normativa tecnica EN 131 e Acal 100, le scale devono essere corredate da un foglio o libretto istruzioni di uso e manutenzione, che contenga le seguenti informazioni:
1. La descrizione della scala;
2. Indicazioni per un corretto impiego;
3. Istruzioni per la manutenzione e la conservazione;
4. Verifiche iniziali precedenti l’uso;
5. Posizionamento della scala;
6. Precauzioni durante l’uso;
7. Conservazione;
8. Pittogrammi con rappresentazioni grafiche con i divieti di utilizzo;

Le scale devono, inoltre, essere dotate di "etichetta di identificazione del prodotto", ossia di un adesivo applicato, che riporti le seguenti informazioni:
1. Nome del prodotto;
2. Pittogrammi con rappresentazioni grafiche dei divieti utilizzo;
3. Pittogrammi con rappresentazioni grafiche di corretto utilizzo;
4. Dichiarazione di conformità alla norma EN 131 oppure al D.Lgs. 81/08;
5. Definizione di tipologia della scala ed evenutale codice prodotto;

Caratteristiche di sicurezza
Scale semplici portatiliScale ad elementi innestabiliScale doppie
Devono essere costruite con materiale
adatto alle condizioni di impiego, possono
quindi essere in ferro, alluminio o legno,
ma devono essere sufficientemente resistenti ed avere dimensioni appropriate all’uso.

Le scale in legno devono avere i pioli incastrati nei montanti che devono essere trattenuti con tiranti in ferro applicati sotto i due pioli estremi; le scale lunghe più di 4 metri devono avere anche un tirante intermedio.

In tutti i casi devono essere provviste di dispositivi antisdrucciolo (in genere di gomma o plastica zigrinata) alle estremità inferiori dei due montanti e di elementi di trattenuta o di appoggi antisdrucciolevoli alle estremità superiori.


La lunghezza della scala in opera non deve superare i 15 m. Le scale in opera di lunghezza superiore agli 8 metri devono essere munite di rompitratta perchè la scala non si fletta troppo e non si rompa.

Gli elementi di questo tipo di scala possono essere innestati tra loro solo se dispongono di appositi adattatori di raccordo.



Non devono superare l’altezza di 5 m devono 
essere provviste di catena o dispositivo angolo
di adeguata resistenza che impedisca l’apertura
della scala oltre il limite prestabilito di sicurezza.

Si raccomanda di utilizzare una scala che termini con i montanti prolungati di almeno 60-70 cm.



Misure generali di sicurezza nell’utilizzo delle scale

- prima dell’uso
il personale addetto all’uso della scala deve essere stato valutato idoneo alla mansione, adeguatamente formato ed addestrato all’uso della specifica attrezzatura fornita.
Occorre assicurare la presenza del manuale d’uso e manutenzione e la sua disponibilità per il lavoratore; in caso di smarrimento procurarsene una nuova copia, anche rivolgendosi al costruttore.
E’ necessario assicurarsi che la scala sia adatta all’utilizzo specifico.
Il trasporto della scala deve avvenire in modo sicuro onde evitare danni alla scala, all’addetto e a terzi.
Occorre verificare l’integrità ed il buono stato di conservazione ed efficienza della scala, e non utilizzare scale modificate o costruite in cantiere.
Dalla scala deve essere rimosso qualsiasi residuo, come malte, pitture, oli, grasso, ghiaccio.
Prima dell’utilizzo il datore di lavoro deve procedere alla valutazione del rischio e alla redazione del Piano Operativo di Sicurezza (POS) con specifico riferimento alla lavorazione nella quale la scala verrà impiegata.

- posizionamento della scala
La scala deve essere sempre posizionata secondo modalità riconducibili al manuale d’uso e manutenzione.
Deve essere maneggiata con cautela per evitare il rischio di schiacciamento delle mani o degli arti.
I gradini o i pioli devono sempre mantenere l’orizzontalità.
La scala deve appoggiare su una superficie regolare, fissa, non scivolosa, stabile e non cedevole.
Ove previsto, deve essere adeugatamente vincolata al piano d’appoggio.
Le scale dotate di piedini regolabili in altezza possono essere posizionate su piani inclinati, e regolate in modo che il piolo o gradino mantenga sempre l’orizzontalità.
In ogni caso, occorre verificare che il primo gradino o piolo sia posto a una distanza massima di 315 mm dal piano di appoggio.
Il piano di appoggio deve essere facilmente raggiungibile.
Nel caso di posizionamento della scala su impalcato occorre tenere conto del rischio aggravato di caduta dall’alto, ed adottare le relative idonee misure di sicurezza.
La scala deve essere posizionata valutando i rischi di collisione con veicoli, porte, pedoni, lontano da linee elettriche nude, da aperture nel vuoto, elementi metallici contundenti (ferri di chiamata recinzioni,...) fonti di calore e/o fumi.
La sua collocazione deve tener conto della presenza di rischi legati alle condizioni metereologiche.
L’area sottostante alla scala deve essere segregata; nella fase di posizionamento, occorre delimitare l’area delle operazioni.
I meccanismi di chiusura/blocco della scala devono essere in posizione corretta, secondo il manuale d’uso e manutenzione.
Qualora la sicurezza dell’attrezzatura di lavoro dipenda dalle condizioni di installazione, è necessario eseguire il controllo iniziale prima della messa in esercizio (primo utilizzo).

Scale semplici di appoggio:
gli appoggi alla sommità devono aderire entrambi ad una superficie piana, regolare, fissa, non scivolosa, stabile e non cedevole, ed ove previsto deve essere adeguatamente vincolata.
La scala deve essere posizionata in modo appropriato, con un’inclinazione corretta ossia per le scale a gradini tra 60 e 70; per le scale a pioli tra 65 e 75.
Nel caso in cui l’appoggio superiore della scala avvenga lungo i montanti, è vietato utilizzare i pioli/gradini posti al disopra dell’appoggio.
La sporgenza della scala rispetto al punto di appoggio deve essere inferiore alla metà della lunghezza totale della scala.
Per le scale utilizzate per l’accesso al piano, l’ultimo piolo utile deve distare non più di 315 mm dal piano di sbarco, e deve essere assicurata una presa idonea ad 1 m oltre il piano d’arrivo.
Un piolo per essere considerato utile deve sempre distare almeno 150 mm dalla parete.
Per le scale telescopiche con cerniere lo snodo deve trovarsi sul lato opposto alla salita/discesa.

Scale doppie e a castello:
Le scale doppie e a castello devono sempre essere aperte completamente.
Le scale doppie e a castello non possono essere utilizzate per gli accessi ai piani.

Durante l’uso:
Se si opera ad altezza superiore ai 2 metri, utilizzare un adeugato dispositivo di tenuta del corpo che mantenga la persona all’interno dei montanti, con un cordino di posizionamento il quale deve essere sempre mantenuto in tensione durante il lavoro.
La scala non deve essere sovraccaricata oltre la portata massima prevista dal costruttore,
Il rispetto dei requisiti sia di sicurezza che di ergonomia comporta l’indicazione di lavorare solo su scale a gradini, posizionando i piedi sullo stesso gradino.
Durante la salita e la discesa, si deve procedere sempre con il viso rivolto verso la scala, mantenendo il proprio baricentro all’interno dei montanti della scala.
Le scale devono essere utilizzate in modo da consentire ai lavoratori di disporre in qualsiasi momento di un appoggio e di una presa sicuri; in particolare, il trasporto a mano di pesi su una scala non deve precludere da una sola persona.
Occorre lavorare sempre in posizione frontale alla scala, evitando lavori ingeneranti spinte laterali della scala.
Nei casi in cui non è possibile vincolare la scala, deve essere garantita l’assistenza a terra di una seconda persona.
Durante l’esecuzione dei lavori, una persona deve esercitare da terra una continua vigilanza della scala.
Gli utensili e gli attrezzi manuali in uso devono essere vincolati per impedirne la caduta accidentale.
Gli utilizzatori della scala non devono indossare indumenti che rischino di impigliarsi.
Anche nei casi in cui si dispone di un appoggio e di una presa sicura, gli addetti non devono operare sui due gradini superiori di una scala doppia senza piattaforma o barra di sostegno.

Dopo l’uso:
La manutenzione della scala deve essere effettuata da personale competente e deve essere registrata in apposito documento il cui deposito e la conservazione deve avvenire in un luogo asciutto e protetto.


Procedura di sicurezza
Utilizzo Scale Portatili
con l’altezza del luogo di lavoro ove operare superiore ai 2 metri


Durante l’uso, se si opera con l’altezza del luogo di lavoro superiore ai 2 metri, utilizzare un adeguato dispositivo di tenuta del corpo che mantenga la persona all’interno dei montanti, con un cordino di posizionamento il quale deve essere sempre mantenuto in tensione durante il lavoro.
Anche nei casi in cui si dispone di un appoggio e di una presa sicura, gli addetti non devono operare sui due gradini superiore di una scala doppia senza piattaforma o barra di sostegno.
Nei casi in cui non è possibile vincolare la scala, deve essere garantita l’assistenza a terra di una seconda persona.
Durante l’attività, una persona deve esercitarne da terra una continua vigilanza della scala.

La fonte a cui si è fatto riferimento sono le linee guida per l’utilizzo di scale portatili nei cantieri temporanei e mobili Regione Lombardia del 05/03/2014:
http://www.ordineingegnerimantova.it/wp-content/uploads/2014/05/91-Decreto_Lombardia_1819_scale-portatili_aggiornamento.pdf


Rimaniamo a disposizione per qualsiasi chiarimento


Archivio news

08/10/2013
11/09/2012
04/10/2011
24/11/2010
05/10/2010
06/04/2010
19/03/2010